Shodo

La via sacra della calligrafia

Un grande calligrafo e poeta diceva: “Lo spirito deve essere tondo e il principio con cui si scrive è il cerchio”.
I gesti del calligrafo, infatti, si compiono su percorsi circolari, senza soluzione di continuita’, immediati e ritmati. Questo richiama il costante e ininterrotto fluire della vita, nel suo naturale mutare.

“Non mente”: Il concetto di spirito Zen, disinteressata Creatività

Shodo, arte della calligrafia giapponese, e’ una forma espressiva profondamente spirituale che ha una tradizione di centinaia di anni e che ha caratterizzato la vita delle persone per centinaia di anni in tutta l’Asia.
Non si tratta solo di un semplice esercizio di bella scrittura ma e’, una delle piu’ antiche e importanti forme d’arte di tutto l’Oriente.

Il termine Sho Do significa letteralmente la via (Do) della scrittura (Sho).
Nella cultura orientale il termine “Via” rappresenta un percorso di crescita interiore che consente di conoscere meglio il mondo in cui viviamo.
La missione della Calligrafia Giapponese, secondo lo spirito Zen, e’ di aiutare le persone a raggiungere una miglior sintonia con la parte piu’ profonda del loro essere.
Tanto piu’ questa sintonia viene realizzata, tanto maggiore e’ la felicita’ personale. Per conseguire questo risultato bisogna cercare di eliminare il proprio ego e studiare.
La “Non mente” della zona, e’ un concetto del Buddismo zen, che mi consente di trasmettere l’energia attraverso il mio essere al pennello, per creare Shodo che incorporano i messaggi che fluisce un’energia superiore.
Quando le persone vedono queste realizzazioni ricevono, consciamente o inconsciamente, questi messaggi e percepiscono il senso interiore della scrittura: questo puo’ portare ad un cambiamento positivo nella loro consapevolezza e nelle loro intuizioni.

Shodo, o arte della calligrafia giapponese, e’ un’arte antica, diversa da qualsiasi altro lavoro creativo.
La differenza sta nel fatto che si focalizza su semplicita’, bellezza e, soprattutto, sulla connessione mente-corpo.
Nonostante le sue differenze da cio’ che la maggior parte delle persone definiscono come arte, la vera calligrafia e’ ottenuta applicando proprio gli elementi di base dell’arte, in particolare linea, forma e spazio.
L’elemento essenziale e’ padroneggiare le linee.
La loro forma, infatti, aiuta a visualizzare l’effetto desiderato.
Spesso la linea e’ tracciata con una particolare attenzione sull’amore, la determinazione o la positività. Questi sentimenti spesso possono influenzare il tipo di linea che segue.
In simbiosi con la Linea, e’ importante conoscere la Forma, un altro aspetto determinante nella creazione di qualsiasi simbolo giapponese.
Dato che la calligrafia e’ realizzata con gesti ampi e circolari e tecniche di trascinamento e pressione del pennello, non vengono usati schizzi o disegni guida.on delinea o disegno è sempre usato.
Nella creazione di simboli, specialmente nella calligrafia cinese, la natura e’ un tema di rilievo.
Forme organiche come gli alberi, foglie e i fiori sono soggetti comuni per gli artisti cinesi o giapponesi.
Poiche’ la cultura che supporta la calligrafia e’ incentrata sulla bellezza e la meraviglia della natura, raramente vengono dipinte forme inorganiche come figure geometriche oppure oggetti creati dall’uomo.

Tratto dal sito: www.cultor.org