L’ultimo viaggio

Poesie di Luce

Armonie Riflesse

Insiemi metafisici

Queste immagini raccontano l’ultimo viaggio di Angelo Mezzanotte a Gran Canaria, due mesi prima dalla sua scomparsa nel 2009.
Camminava a fatica con le stampelle ed era diventato quasi cieco.
Nonostante questo riuscì a realizzare questi splendidi scatti, che a volte, possono essere scambiati per dipinti astratti o raffinati acquarelli, sempre intrisi di suggestive e avvolgenti atmosfere.
Rossano Graciotti, scrittore, critico d’arte, così descrive queste opere:
“L’immagine oltrepassa i limiti della parola e si propone come documento e monumento alla bellezza.”
“E’ la sintesi del mare e della montagna laddove il mare prende il posto del cielo e la vita è tirata fuori come pietra, come il suo respiro, il suo passo strappato alla malattia.”
“L’orizzonte a volte scompare e un riflesso in uno specchio d’acqua, diventa ricerca della bellezza che a causa della malattia deve circoscriversi”
“Angelo diventa custode della luce, luce stessa che aiuta a vedere…”